FORMAZIONE ELEARNING – REGOLE NORMATIVE

In base a quanto stabilito nell’ Accordo del 26 Gennaio 2006, e negli Accordi Stato Regioni del 21 Dicembre 2011 e 22 Febbraio 2012 la formazione, per alcune categorie, può essere fatta in modalità elearning, a patto che vengano rispettate le regole sancite per l’erogazione della formazione a distanza. Riassumiamo di seguito i punti salienti:

1) La formazione può svolgersi presso la sede del soggetto formatore, presso l’azienda o presso il domicilio del partecipante, purché le ore dedicate alla formazione vengano considerate orario di lavoro effettivo (…)

2) Deve essere garantito un esperto (tutor o docente) a disposizione per la gestione del percorso formativo (…)

3) Devono essere previste prove di autovalutazione lungo il percorso. Le prove di valutazione “in itinere” possono essere effettuate (ove tecnologicamente possibile) in presenza telematica. La verifica di apprendimento finale va effettuata in presenza (nota: in presenza di personale qualificato come da D.M. 06/03/2013). Delle prove e della verifica finale deve essere data presenza agli atti dell’azione formativa.

4) Deve essere indicata la durata del tempo di studio previsto, il quale va ripartito su unità didattiche omogenee.

Deve essere possibile memorizzare i tempi di fruizione (ore di collegamento), ovvero dare la prova che l’intero percorso sia stato realizzato.

La durata della formazione deve essere validata dal tutor e certificata dai sistemi di tracciamento della piattaforma elearning.

 5) (…) deve essere garantita la possibilità di ripetere parti del percorso formativo secondo gli obiettivi formativi, purché rimanga traccia di tali ripetizioni in modo da tenerne conto in sede di valutazione finale e di effettuare stampe del materiale utilizzato per le attività formative.

L’accesso ai contenuti successivi deve avvenire secondo un percorso obbligato che non consenta di evitare una parte del percorso).